Interprete

2. Presentazione del corso

L'obiettivo formativo-culturale che questo progetto intende proporre è quello di trasmettere conoscenze, capacità performative, competenze professionali tramite approcci didattici orientati a coinvolgere gli studenti e renderli consapevoli del proprio sapere, saper essere, saper fare e saper divenire.

Attualmente il mondo del lavoro richiede una modernizzazione dei percorsi formativi dell’interprete LIS. Difatti, l'Istituto si avvarrà di una piattaforma on-line organizzando l'intero corso in modalità  blended learning (presenza e distanza) offrendo supporti tecnologici.

La programmazione didattica è mirata al raggiungimento del più alto standard di qualità formativa attraverso la formula dell’organizzazione e della modulazione delle giornate formative concentrate nei fine settimana così da consentire la partecipazione al corso anche a chi non risiede nella città di Roma.

L’intero percorso formativo viene scandito da moduli caratterizzati dalla trattazione di un argomento, dalla sua esposizione (sapere) e dalla sua applicazione pratica, con l’adozione di metodologie attive,  durante esercitazioni di role playing (saper far e saper essere) e di analisi di casi proposti dagli insegnanti e di autocasi proposti dai corsisti stessi (saper divenire).

Il Corso è finalizzato all’acquisizione dei seguenti obiettivi formativi qualificanti:

  • capacità di interpretare dalla LIS all’Italiano e viceversa

  • adeguata competenza sulle tecniche di traduzione simultanea e consecutiva.

  • avere acquisito il codice di comportamento deontologico nel lavoro di interpretariato

  • buona competenza nei linguaggi tecnici

  • adeguate conoscenze nella storia e la cultura dei sordi in Italia;